Venditori e comunicazione: tutto quello che bisogna sapere

Nessun Commento

Una buona comunicazione è sicuramente il punto di inizio per poter aiutare un venditore a portare a termine il proprio lavoro. 

Ma di cosa si compone la comunicazione?

Solitamente associamo a questo termine l’atto verbale, il fatto d parlare

Ma la comunicazione non è solo questo, e un buon venditore deve saperlo. 

Molto più di semplici parole

È importante infatti sottolineare che per “comunicazione” si intende anche tutta quella sfera non verbale che spesso viene tralasciata e a cui non si da molta importante, ma che nella maggior parte dei casi svolge un ruolo fondamentale. 

La prossemica si occupa appunto di studiare la comunicazione non verbale, preoccupandosi e facendo particolare attenzione a gesti, comportamenti e distanze che ogni persona adotta all’interno della propria comunicazione. 

Essere consapevoli di comunicare non solo con le parole è il primo passo per diventare dei buoni venditori. 

Capire infatti il perché di alcuni spostamenti, come gesticola una persona, la posizione che assume e i movimenti del viso, può essere di grande aiuto al venditore perché in questo modo permette di conoscere e comprendere il carattere e le caratteristiche di come ogni cliente è solito comunicare. 

Comprendere tutti questi aspetti può essere vantaggioso anche per mettere a proprio agio la persona che ci si trova difronte, capirla meglio e anche influenzarla.

Questione di persuasione

Sicuramente questo aspetto è fondamentale per i venditori perché la conoscenza della comunicazione non verbale può aiutare a mettere in atto una strategia di persuasione, al fine di migliorare il rapporto con i propri clienti.

Mostrarsi propensi all’ascolto con la propria postura o guardare negli occhi chi parla dimostra un certo coinvolgimento e questo per il cliente significa attenzione ed interesse nei suoi confronti. 

Grazie a dei piccoli movimenti del viso, a sorrisi accennati e al movimento degli occhi, possiamo infatti dimostrare il nostro coinvolgimento e il nostro accordo/disaccordo di quanto viene detto. 

Ecco che allora, anche qui, capiamo sempre di più quante sfaccettature può avere un atto comunicativo.  

Elementi utili che ogni venditore dovrebbe ricordare

Al fine di poter comunicare in maniera più convincente e persuasiva e per migliorare e concludere le vendite, ogni venditore dovrebbe tener presente alcuni elementi, tra cui: 

#1 Contatto visivo: è fondamentale, durante una comunicazione, mantenere il contatto visivo con il proprio cliente.
Serve al venditore per farsi sentire presente, per dire che c’è ed è interessato a partecipare e prendere parte al discorso.

#2 Postura e posizione del corpo: mantenere le braccia aperte, un atteggiamento rilassato e il sorriso suggerisce un senso di apertura, sia fisica che mentale.
In caso opposto, mostrarsi con una postura rigida o tenere le braccia conserte non incoraggia a costruire rapporti o ad avere un dialogo più libero.

#3 Predisposizione all’ascolto: un buon venditore dimostra anche il proprio interesse attraverso la capacità di saper ascoltare ciò che l’altra persona ha da dire, senza intervenire continuamente o interrompere colui che sta parlando.

Comunicare è quindi un insieme di elementi fisici e non, che richiede attenzione, coinvolgimento e predisposizione da parte di tutte le persone coinvolte.

Impara allora a conoscere meglio i comportamenti e i gesti delle persone per capire il loro modo di comunicare.
Solo così potrai diventare un venditore professionista.

Vuoi altri suggerimenti e consigli? Contattami

Marketer, autore e formatore. Aiuto le aziende a migliorare i profitti e accrescere i ricavi attraverso sistemi di marketing automatico e sistemi di vendita pronti. Sono in cammino con te verso il successo.

Tutti gli articoli del nostro Blog

Vedi tutti gli articoli